La storia del divieto di mangiare carne di cavallo in Argentina

Uno dei storie più peculiari che troviamo dentro ciò che si riferisce al mondo del cavallo è il motivo per cui in Argentina era proibito mangiare carne di cavallo, sorprendente se si tiene conto che prima è una legge antichissima, secondo se si aggiunge a quello che in questo paese molti si mangiano diversi tipi di carne, ma la carne di cavallo è vietata dalla legge.

Per spiegare le ragioni dobbiamo tornare all'inizio del XIX secolo quando il mondo era in una fase di cambiamento, e in America Latina furono compiute quelle che divennero note come le rivoluzioni di indipendenza della corona spagnola, tutte guidate da eserciti di creoli e indigeni che trascorrevano lunghe ore sui loro cavalli nel migliore dei modi. delle casse, per poter arrivare sul luogo della battaglia.

Uno dei resoconti epici di questo processo di indipendenza fu l'attraversamento effettuato dal Generale José de San Martin alla catena montuosa delle Ande, con tutto il suo esercito per liberare il paese vicino Cile. Le condizioni erano terribilmente difficili, gli uomini morivano di freddo e di fame in molti casi, anche di sfinimento, ma ciò che era maggiormente in pericolo era che queste condizioni avrebbero portato gli uomini a ridurre il potere offensivo delle truppe mangiando i cavalli che andavano con loro.

Da quel momento, e per evitare quella che sarebbe stata una tragedia, in Argentina è stato vietato per legge mangiare cavallo, essendo una storia molto interessante, poiché in realtà, sebbene sia una legge antichissima, poco c'è da chiedersi perché alcuni divieti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.