Curiosità sui cavalli

curiosità cavalli

Sapevi che un inglese non può vendere un cavallo a uno scozzese? È vero, è scritto secondo una vecchia legge britannica. Questo è un esempio di tante curiosità che c'è intorno ai cavalli.

È curioso sapere che il file il crine di cavallo ha un uso per la musica Poiché è così resistente può essere utilizzato in strumenti a corda.


¿Sapevi che può essere illegale aprire un ombrello vicino a un cavallo?? Stranamente, questo è vero, almeno a New York City. D'altra parte, sulla paradisiaca isola greca di Hydra consentono solo l'uso di pony o cavalli come mezzo di trasporto.

Hai notato le statue dei cavalli insieme ai loro cavalieri? Ebbene, se vedi che il cavallo ha tutte e quattro le zampe a terra è segno che il cavaliere è morto per cause naturali, se alza le due zampe anteriori è segno che è morto in battaglia e se al contrario è solo alza una gamba alzata è segno che è morto per le ferite di guerra.

Ai vecchi tempi, poiché avevano tutti molta paura delle maledizioni e anche nei confronti dei cavalli, per proteggerli dalle streghe, venivano intrecciati dei nastri sulle loro code. Hai conosciuto la giumenta Haflinger? È stato il primo cavallo clonato nel 2003.

Uno dei grandi hobby dell'insegnante e conosciuto in tutto il mondo Leonardo da Vinci disegnava cavalli. E qual è stato il primo sport olimpico? Né più né meno della corsa in carrozza.

Se, quando giochi dietro le orecchie di un cavallo, noti che la zona è fredda, è segno che l'animale sente freddo. Quando è stata la prima volta che i cavalli sono stati addomesticati? I primi riferimenti dicono che circa 5000 anni fa e che ne erano responsabili erano le piccole tribù mongole.

Il cavallo è un animale molto sensibile quindi sono capaci di farlo sentire la perdita di una persona cara e piangere per la tristezza. È curioso sapere che i cavalli sono molto socievoli, quindi non amano la solitudine e devono stare sempre in compagnia, anche con altri cavalli.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.