Il cavallo lusitano o cavallo portoghese, uno dei cavalli da sella più antichi del mondo

lusitano

Fonte: Wikimedia

Siamo di fronte a uno dei più antichi purosangue della penisola iberica e uno dei cavalli da sella più antichi del mondo: il cavallo lusitano. Grazie alle scoperte e alle ricerche effettuate nella penisola iberica, sappiamo che circa settemila anni fa si combattevano già a cavallo e il Lusitano fu uno di quelli scelti per questo ruolo.

il nome "Lusitano" deriva dalla parola "Lusitania", una regione romana situata ad ovest della penisola iberica, luogo legato all'origine di questa razza equina. Questa regione corrisponde al Portogallo, quindi il cavallo lusitano è anche comunemente chiamato "cavallo portoghese".

Considerato "cavallo dei re" durante i secoli XVII e XVIII per la predilezione reale per detto animale, è stato gradito da molto tempo come razza equina ideale per la parata, l'equitazione e quasi ogni sport o forma di competizione.

L'arrivo del purosangue inglese gli fece perdere la fama nel corso del XX secolo, ma le sue caratteristiche e il suo carattere gli fecero finalmente riguadagnare la sua popolarità.

Attualmente, Il suo allevamento è molto popolare in Portogallo, Francia, Messico e Brasile, anche se in altri paesi come Spagna, Italia, Olanda, Regno Unito o Belgio le mandrie stanno aumentando della razza.

Cavallo lusitano

Prima di approfondirne la morfologia e la storia, un curioso aneddoto: questa era la razza preferita per le riprese delle battaglie della trilogia del Signore degli Anelli.

Sapevi che la storia del cavallo lusitano e la sua morfologia fanno sospettare che questa razza sia una variante regionale del cavallo andaluso? Sebbene, è vero, che in molte occasioni siano considerati esemplari diversi, entrambi formerebbero una linea comune.

Com'è

Con un'altezza che oscilla tra 150 cm e 160 cm, siamo davanti a un equino di tipo barocco della penisola iberica, come il purosangue andaluso.

Il cavallo lusitano Si distingue per l'eccellente combinazione di superficie e pasta. È un equino compatto, di medio volume, caratterizzato dall'avere a tronco forte e groppa arrotondata. La testa, ben proporzionata al corpo, ha fronte ampia e orecchie fini ed espressive. La sua coda bassa, arti allungati, agilità e ampio gradino, dagli un eleganza particolare Camminare. Inoltre, è ben noto il suo movimento, diretto verso la fronte, rendendolo un buon cavallo e molto comodo per il pilota.

È un purosangue che senza dubbio, Eccelle nel suo atletismo, nella sua flessibilità e facilità nel saltare ed evitare gli ostacoli.

E come sono i loro strati? Questa razza ha quasi tutte le varietà di tinta unita nel suo mantello. Tuttavia, gli strati che risaltano sono i castagne, a volte zaina, i grigi, i frutti di bosco e soprattutto il tordi molto frequenti in questa razza.

Le pellicce più pregiate tra i cavalli lusitani sono quelle di tono cremello e palomino, poiché sono le meno frequenti.

Cavallo lusitano

Fonte: Wikimedia

Per quanto riguarda il suo carattere, è un animale intelligente, calmo e coraggioso, che lo ha portato ad essere molto presente nel mondo dei tori e del bestiame.

L'intelligenza e l'agilità recentemente menzionate accanto alla sua comportamento facile e docile durante la guida, lo hanno reso un animale molto amato usato per la guerra.

Tutte queste caratteristiche lo rendono un cavallo molto adatto ed apprezzato per l'equitazione, il rejoneo, il dressage e qualsiasi tipo di gara o competizione.

Possiamo trovare alcune differenze tra i cavalli lusitani a seconda della linea di sangue da cui discendono:

Andrade

I cavalli del ramo di Andrade lo sono più alto, con la testa leggermente dritta, groppa forte e arrotondata, che gli conferisce a portamento elegante. Sono molto buono per dressage, rejoneo e lavoro sul campo. 

Vegia

D'altra parte, i discendenti del ramo Vegia, che lo sono anche eccellente nel rejoneo, hanno il testa convessa tipica della razza, tenuto da un collo flessibile. Sono di dimensioni più corte degli Andradi. Sono energico e coraggioso, discendenti dei cavalli da guerra dell'antica Lusitania.

Un po 'di te storia

Conosciuto come uno dei più antichi cavalli da sella d'Occidente, il cavallo lusitano lo è originario della penisola iberica.

Concorso lusitano

Fonte: Wikimedia

Abbiamo commentato all'inizio dell'articolo, quello questa razza e quella del cavallo andaluso condividono la morfologia e la storia in una certa misura ed è entrambe le cose viene giùn dello stesso equino: la Sorraia. 

I primi dati risalgono al file anno 25000 a. C. a Malaga, dove è stata ritrovata l'esistenza del più lontano antenato del cavallo Lusitano: Il cavallo di Sorraia. Questo equino, si crede ha avuto la sua origine con l'incrocio dI cavalli iberici nativi e i cavalli dell'Oriente e forse dal nord della zona africana. La Sorraia è stata isolata per migliaia di anni nel sud del Portogallo e nel sud della Spagna.

Questi equini erano usati in guerra, caccia e agricoltura, dai popoli che abitavano la penisola iberica.

Molto più tardi, intorno al 3000 a.C. C., Con l'ingresso di diverse tribù africane si cominciò ad incrociare la Sorraia gli equini che queste tribù hanno portato, come l'araboe ricevere influenze da queste civiltà nel dressage. Si potrebbe dire che qui iniziò ad essere modellato l'attuale cavallo lusitano.

Tuttavia, non sarebbe stato fino all'arrivo di Juan V del Portogallo e decisione di creare una cavalleria di equini portoghesi, quando la corsa del cavallo lusitano avrebbe finito di prendere forma. Fu allora quello iniziò l'allevamento del cavallo portoghese.

Le fattrici e gli stalloni sono stati importati dalla Spagna A tal fine formando la cosiddetta razza Alter Real, che ha un portamento e un'andatura davvero notevoli. Ciò è stato ottenuto attraverso la cura e l'addestramento del set di animali portati dalla Spagna e dai cavalli portoghesi.

Nel 1967 apparve il primo volume del libro genealogico dei cavalli portoghesi. Con questi cavalli, e seguendo il desiderio del monarca Juan V del Portogallo e di suo figlio di ottenere cavalli da sella di qualità eccezionale, continua selezione di esemplari di Alter Real. Questa selezione e incrocio di equini è continuata fino ad arrivare alla creazione delle due linee di sangue che daranno origine al cavallo lusitano: Andrade e Vegia. Da loro e attraverso l'incrocio si otterrebbe questa razza equina così apprezzata in una miriade di modalità sportive e agonistiche.

Spero che ti sia piaciuto leggere questo articolo tanto quanto ho fatto io a scriverlo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.