Com'è la riproduzione dei cavalli?

Cavalla e puledro

All'interno del mondo del cavallo troviamo tanti aspetti e varianti che possono essere molto interessanti per tutti coloro che amano questo meraviglioso animale. Non solo avere un cavallo implica camminare, cavalcare, ecc., Ma ci sono anche altre possibilità come le competizioni sportive (corse o equitazione), competizioni in cui viene valorizzata la sua morfologia e qualcosa di molto attraente: la covata.

Molti hobbisti desiderano che ottengano la prole dai loro cavalli. Sperimenta il processo di gravidanza, nascita e cura di un giovane puledro. Ma va notato che questo Non è un compito semplice. È necessario avere un gran numero di conoscenze e acquisire una serie di apprendimenti da mettere in pratica per ottenere un'esperienza che sarà molto utile, soprattutto se si punta a proseguire con l'allevamento del cavallo fino al punto di poter per addestrare la nostra stessa cavalla o mandria.

È necessario, quasi sempre, rivolgersi a un professionista o qualcuno che ci consigli accuratamente su questi temi, per evitare che si verifichino un numero enorme di problemi. Tuttavia, di seguito cercheremo di guidarvi fornendo una serie di contenuti e informazioni interessanti per rendere questa avventura di allevamento di cavalli qualcosa di più piacevole.

Quando si riproducono i cavalli?

Mare al pascolo con il suo puledro

La stagione più adatta dell'anno per la nascita di giovani cavalli è la primavera, come accade in molte altre specie animali, soprattutto in tutte quelle che appartengono al gruppo dei mammiferi. Il motivo o la causa è che in questo momento il cibo è solitamente molto più abbondante e le condizioni meteorologiche non sono solitamente estreme ma piuttosto miti, con le ore diurne che giocano un ruolo fondamentale.

La luce aumentata considerevolmente stimola il cosiddetto "Centri di accoglienza" localizzati nel cervello che sono responsabili dell'avvio della produzione di ormoni, compresi quelli sessuali.

Un piccolo trucco, che usano anche altri allevatori di altri animali domestici, usando gli ornitologi come esempio, è quello di fornire luce artificiale nella stalla o luogo di riproduzione. Questa tecnica fa partire l'orologio biologico dei nostri cavalli e quindi possiamo far avanzare il periodo riproduttivo.

La maturità sessuale in questi equini di solito arriva intorno al tre anni. In rare occasioni, ci sono stati casi in cui una cavalla o un giovane puledro è stato fertile a soli diciotto mesi, ma insisto sul fatto che è qualcosa di eccezionale e che non accade spesso.

Il periodo ideale per la nascita dei puledri è tra i mesi di maggio e giugno.

Gravidanza nei cavalli

Puledro in esecuzione

Il periodo di gestazione, come regola generale, è circa undici mesi, circa 340 giorni. Ma, come in molte altre cose, questa non è una legge dogmatica. Esistono gravidanze di fattrici in cui il puledro si è sviluppato correttamente e nasce alla fine dei primi dieci mesi, richiedendo una serie di cure particolari. Al contrario, ci sono situazioni in cui questo processo è durato fino all'anno, di solito quando la prole è un maschio.

Un fatto curioso è che normalmente le nascite delle fattrici avvengono solitamente di notte. Dette consegne non superare molto oltre i quindici minuti. Anche se va notato che se la madre trova o avverte un qualche tipo di pericolo, è in grado di interrompere il parto.

Durante la gravidanza è necessario prendere un gran numero di precauzioni. È importante dire che lo sviluppo dei giovani avviene all'interno dell'utero negli ultimi tre mesi di gravidanza. Pertanto, nei primi sei mesi di gestazione, le fattrici possono essere coperte senza alcun problema, ma da questo momento in poi può diventare un grave pericolo che può provocare anche la morte del giovane puledro.

Il cibo è sempre molto importante, e lo è ancora di più durante la gravidanza. Fornire alla nostra cavalla una dieta ricca e varia, compresi gli integratori proteici, è essenziale.

Articolo correlato:
Vitamine e nutrienti per cavalli

Un consiglio per tutti quegli allevatori i cui animali non sono all'aria aperta, ma rimangono ospitati in stalle e piccoli locali per gran parte della giornata, è il esercizio. Fare brevi passeggiate e anche fare jogging leggeri alle nostre fattrici gravide è una pratica molto positiva.

Cura del puledro

Puledro neonato

Se vogliamo che il nostro puledro cresca forte e sano, è necessario avere una serie di nozioni di base sul suo comportamento, abitudini alimentari, ecc.

Una delle immagini che più ci colpisce di un giovane cavallo sono le sue lunghe zampe. Un puledro neonato ha arti lunghi, che glielo consentono alzati solo un'ora dopo essere nato e corri due ore dopo quel momento.

Queste lunghe zampe gli impediscono inoltre di raggiungere con il muso l'erba posta a terra, il che implica che, in ambiente naturale, i puledri si nutrono esclusivamente del latte prodotto dalla madre. Un latte ricco di proteine ​​che accelera e migliora la crescita dei giovani. Inoltre, si chiama il primo latte che la cavalla produce "colostro", che ha un'enorme quantità di anticorpi.

I puledri di solito allattano e si nutrono ogni XNUMX minuti, approssimativamente. Se notiamo irregolarità in questo comportamento, può essere perché il puledro non è in grado di raggiungere correttamente il seno della cavalla, o forse il latte della cavalla non è di buona qualità, il che porta al rigetto del vitello.

Una volta che il puledro ha terminato la sua lattazione, si consiglia di fornire mangime di alta qualità per sopperire a eventuali carenze nel suo sviluppo. Si consiglia di somministrargli alcuni tipi di integratori, soprattutto di natura vitaminica (vitamine A, D ed E in particolare).

El ombelico è qualcosa che preoccupa molto gli allevatori. La tua cura, durante i giorni successivi alla consegna, è molto importante. Se sembra normale, non è necessario intraprendere alcuna azione oltre a pulirlo con un prodotto disinfettante. Ma se vediamo che non è in buone condizioni, in alcuni casi è anche una via di fuga per l'urina, non dobbiamo pensarci due volte e dovresti andare subito dal veterinario. In caso contrario, possono verificarsi incidenti fatali.

Nonostante siano giovani, i cavalli giovani sono animali molto attivi, quindi se notiamo che il nostro puledro trascorre gran parte del suo tempo dormendo, potrebbe essere perché è debole o malato.

L'allevamento di cavalli può essere un'esperienza molto soddisfacente e gratificante, a patto di essere chiari su alcune cose che ci aiutano in tutto questo. Ci auguriamo di esservi stati di grande aiuto e di essere stati in grado di chiarire alcuni dubbi che potreste avere su questo argomento.

In breve, come si accoppiano i cavalli?

Puledro che succhia

Nei cavalli, la fase riproduttiva inizia normalmente con la pubertà, che si verifica nelle femmine di età compresa tra 15 e 24 mesi di età, mentre nei maschi compare solitamente in età precoce poiché normalmente si sviluppa tra i 14 e 18 mesi, Questo momento è molto importante per i cavalli poiché il processo non è solo incentrato sull'accoppiamento, ma è anche essenziale per lo sviluppo sano e le successive prestazioni dell'animale.

Ma il processo è molto più complesso poiché nella riproduzione artigianale, non nell'inseminazione ci sono fasi che i cavalli e le fattrici eseguono e che sono necessarie per ottenere l'accoppiamento, poiché in precedenza ci deve essere un momento di corteggiamento, dove la cavalla gioca mentre il maschio domina fino a quando ad un certo punto la cavalla mostra completamente il suo parto ed è in quel momento che avviene l'accoppiamento.

Il ciclo estrale nelle fattrici dipende dal fotoperiodo, poiché le fattrici sono animali poliesteri stagionali, avente il suo ciclo mensile della durata di 21 giorni, avendo il suo calore una durata di scarsi 5 giorni quindi dobbiamo stare molto attenti, se siamo in attesa di generare riproduzione nei cavalli, anche gli esperti dicono che il momento migliore per il maschio per montarlo è tra le 12 e le 36 ore dall'inizio del caldo poiché è il momento in cui la cavalla sta ovulando, quindi le possibilità che la cavalla rimanga incinta sono molto alte.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.