Virus della febbre del Nilo nei cavalli

virus

Il fFebbre del Nilo sui cavalli è malattia virale, causato da un flavivirus noto come West Nile Virus, e che utilizza le zanzare come veicoli di trasmissione. È una malattia ancora sconosciuta.

Le zone con la maggiore circolazione del virus sono quelle in cui è presente a maggiore densità di zanzare e uccelli, che corrisponde ad aree con un clima temperato e umido dove c'è accumulo di acqua, come zone paludose, delta di fiumi e laghi, e in cui vi è abbondanza sia di zanzare che di uccelli.


Come viene trasmesso

Le zanzare acquisiscono l'infezione nutrendosi di uccelli infetti e trasmettono il virus ad altri uccelli, animali e persino persone. Diventando così un vettore della malattia. Quando un il cavallo viene morso dalla zanzara infetta, il virus entra nel flusso sanguigno del cavallo da dove, non essendo il suo ospite naturale, scompare in brevissimo tempo.

La zanzara recentemente infettata può trasmettere il virus all'uomo e ai cavalli. Vengono considerati sia questi che le persone ospiti senza uscita poiché, sebbene siano infetti, non diffondono l'infezione. I cavalli infetti non rappresentano un rischio per gli altri cavalli.

Sintomi

Tra i sintomi che possono essere osservati ci sono perdita di appetito, depressione, cambiamenti di comportamento, labbro inferiore cadente, problemi di deglutizione, riflessi e sensibilità facciali alterati, riduzione della vista, digrignamento dei denti, debolezza generale. Sebbene il cavallo possa essere infettato senza mostrare alcun segno clinico. Di solito non presenta immagini di febbre.

Non esiste un trattamento specifico per la febbre del Nilo, devi semplicemente alleviare i sintomi fornendo conforto. A poco a poco il cavallo si riprenderà.

Prevenzione

Il modo migliore per evitare che il cavallo venga colpito dal virus del Nilo è la prevenzione. Il primo è il file vaccinazione. Quindi evita di essere esposto ad aree dove le zanzare sono comuni. Cposizionamento delle zanzariere nei recinti così come l'uso di insetticidi.

Evita l'accumulo di acqua stagnante perché è la principale fonte di riproduzione delle zanzare. E soprattutto nei periodi dell'anno in cui le zanzare proliferano di più, le calze devono essere raddoppiate per evitare che infettino e mordano il cavallo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.