Cos'è la terapia equina?

Cavallo che aiuta un bambino con bisogni speciali

La terapia equinaConosciuta anche come ippoterapia o terapia equestre assistita, è un modo per aiutare le persone che hanno bisogni speciali o che, per qualsiasi motivo, si sono ritirate in se stesse e hanno difficoltà a comunicare.

Sebbene sia ancora considerata una pseudo-terapia, sempre più professionisti sanitari utilizzano cavalli addomesticati e addestrati per aiutare i loro pazienti; infatti, per verificarlo, basta cercare su Google centri di equina terapia e vedere che ne troveremo tanti. Ma, In cosa consiste veramente?

Quali tecniche vengono utilizzate nella terapia equina?

A seconda del problema che ha la persona e dell'obiettivo da raggiungere, verranno incluse alcune tecniche o altre per aiutarla. Per esempio:

  • Ippoterapia- Sfruttare i principi terapeutici del cavallo per curare le persone con disabilità attraverso il calore corporeo dell'equino, gli impulsi ritmici e il movimento tridimensionale. Queste sessioni sono guidate da un fisioterapista.
  • Equitazione terapeutica: il semplice atto di toccare un cavallo può farci stare molto bene. Grazie a questo, i pazienti possono risolvere gradualmente i problemi di apprendimento e adattamento che hanno, poiché saranno più motivati, attenti e concentrati. Inoltre, verrà stimolata la sensibilità tattile, visiva, uditiva e olfattiva, contribuendo così ad aumentare la loro capacità di indipendenza.
  • Equitazione adattata: è rivolto a persone diversamente abili ma che praticano l'equitazione come opzione ricreativa o sportiva.

Quali sono i vantaggi della terapia equina?

I vantaggi sono molti e vari. PER livello psicologico e cognitivo, sono queste:

  • Aumenta la fiducia in se stessi
  • Memoria di lavoro
  • Migliora l'autostima e l'autocontrollo delle emozioni

A comunicazione e livello linguistico, questi:

  • Migliora la comunicazione gestuale e orale
  • Migliora la vocalizzazione

A livello psicomotorio, questi:

  • Migliora l'equilibrio, la coordinazione, i riflessi
  • Riduci lentamente i modelli di movimento anormali
  • Rafforza i muscoli

Terapia equina e autismo

Le persone con autismo sono persone con un disturbo psicologico caratterizzato dalla concentrazione che mettono sul proprio mondo interiore, perdendo così il contatto con la realtà esterna. Per loro, fare terapia con i cavalli è un modo per riacquistare (o acquisire) autostima e autonomia, riducendo così l'ansia sociale.

Inoltre, poiché il cavallo non ha contingenze sociali che gli umani potrebbero avere, i bambini e gli adulti autistici trovano molto più facile relazionarsi con esso perché sentono di dominare la situazione e non hanno paura.

Terapia equina e sindrome di Down

La terapia equina ha molti vantaggi per i pazienti

Immagine - Flickr

Le persone con sindrome di Down sono persone che soffrono di una malattia genetica che impedisce loro di relazionarsi normalmente. Sono molto inclini a depressione, mania e disturbi psicotici. Un modo per evitarli è aiutarli con l'ippoterapia, da allora li farà sentire felici Avranno un motivo per sorridere e per relazionarsi con gli altri, trovando così più motivi per andare avanti.

Quali sono le caratteristiche di un cavallo da terapia?

Fisico

Il cavallo deve essere un animale sano e forte, di forma rettangolare in modo che due persone possano essere montate sul dorso. Anche questo deve essere muscoloso, poiché sarà resistente. Inoltre, il movimento della camminata e del trotto deve essere ritmico e regolare, a più di 85 passi al minuto.

L'altezza deve essere compresa tra 1 me 1,70 m in modo che la persona possa muoversi sia verticalmente che orizzontalmente senza problemi.

Comportamento e personalità

Deve esserci un cavallo da terapia sottomesso, calmo e docile. È anche molto importante mostrare fiducia nel cavaliere, quindi dovrebbe trattare il suo animale con rispetto, pazienza e affetto, usando sempre un allenamento positivo.

inoltre, è necessario che il terapista e il cavallo stabiliscano un buon legame, quindi prima di iniziare la terapia dovresti passare del tempo con lui. In questo modo, non sarà difficile per l'equino fare ciò che deve fare affinché il paziente possa beneficiare della terapia equina.

Questo argomento ti è stato interessante?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.