Rejoneo cavalli

Vista di un cavallo rejoneo funzionante

Sebbene oggi sempre più persone chiedano l'abolizione della corrida, la corrida con i cavalli rejoneo è ancora molto popolare. Tuttavia, questo sport è molto pericoloso, sia per il cavaliere che per il suo animale. Infatti solo chi è più coraggioso e sa controllare facilmente il proprio equino può praticarlo, visto che la posta in gioco è alta quando si ha un toro davanti a sé.

ma, Cosa sono esattamente i cavalli Rejoneo? Quale formazione seguono? Scopri tutto questo e molto altro di seguito.

Cosa sono i cavalli Rejoneo?

Cavaliere con un rejon che inchioderà il toro

Sono cavalli che sono stati addestrati per trasportare un cavaliere che combatterà il toro. Se prendiamo in considerazione che il toro è un animale armato di due corna molto forti e che può diventare molto aggressivo (e di più quando la sua vita è in pericolo), possiamo avere un'idea della temperanza che la persona chi guida il cavallo deve avere un cavallo, che ha un grandissimo istinto di sopravvivenza perché in natura è la preda e non il cacciatore.

Per questo motivo, non tutti i cavalli sono adatti al combattimento. Devono essere veloci, ma anche calmi. Pertanto, di solito vengono scelti i seguenti:

Cavallo andaluso

È un animale noto come cavallo spagnolo o spagnolo di razza pura (PRE) la cui origine è in Andalusia (Spagna). Misura tra 153 e 175 cm di altezza, essendo la femmina più bassa del maschio. Ha un collo forte e arcuato, occhi vivaci, una coda snella e un portamento orgoglioso. È veloce e resistente.

Cavallo inglese

È un animale la cui origine può essere trovata nell'Inghilterra del XVIII secolo, quando le fattrici inglesi furono incrociate con stalloni importati arabi, barbareschi e Akhal Teke. È alto circa 163 cm, con un corpo robusto e atletico pronto a percorrere lunghe distanze. 

Come va la formazione?

L'addestramento dei futuri cavalli Rejoneo richiede molto sia dal cavaliere che dall'animale stesso. Il primo deve dimostrare all'equino che può fidarsi di lui, allo stesso tempo che lo dirige. Questo si ottiene solo con pazienza e perseveranza, molto prima di esporlo al pericolo di un toro (per maggiori informazioni si consiglia di leggere questo articolo spiegando come domare un cavallo).

Una volta che l'equino si fida già del suo cavaliere, questo è il momento in cui può iniziare ad addestrarlo per essere un cavallo rejoneo. Per questo, quello che si fa è esporlo a un toro normalmente di legno che verrà spostato da un'altra persona. In questo modo, a poco a poco ti sentirai sempre più calmo.

Ancora, non possiamo dimenticare che la paura è una sensazione naturale. Non importa quanto sia allenato, se vede che la sua vita è in serio pericolo, può reagire fuggendo e lungo la strada potrebbe far cadere il cavaliere. Per questa ragione, è molto importante che sia il cavallo che la sua guida si capiscano e si rispettino a vicendaaltrimenti potrebbero sorgere problemi. Solo in questo modo entrambi potranno lasciare la piazza incolumi quando saranno esposti a un vero toro.

Com'è la corrida con i cavalli?

Rejoneo cavallo nell'arena

La corrida con i cavalli si svolge come segue:

Primo terzo

Durante questa prima tappa il cavaliere, in groppa al suo cavallo, quello che farà è inchiodando uno o due rejones al toro per renderlo più docile.

Secondo terzo

In questa fase si cerca di mettere in mostra di più e non tanto danno al toro, quindi vi sono inchiodate solo un massimo di tre paia di bandiere mentre viene combattuto o provocato per evitare le sue investe.

Terzo terzo

È conosciuto come quello della morte. Il cavaliere lo inchioderà con l'asta della morte, di una lunghezza simile a quella di una spada. Quindi, uccide il toro o, per lo meno, lo lascia morire perché il torero lo finisca.

Cosa ne pensate di questa disciplina?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.