Frankel, il cavallo più costoso del mondo

il cavallo più costoso del mondo

Raggiungere il successo in un mondo complicato come lo sport può trasformarsi in un'odissea terrificante. Questa condizione diventa molto più difficile anche se l'obiettivo è diventare una leggenda. Questa circostanza colpisce sia gli atleti umani che i cavalli, questi ultimi grandi protagonisti degli spettacoli di corse che si svolgono in tutto il mondo. Ma fortunatamente, ci sono alcuni che sono in grado di farlo e anche di fare un passo avanti. Il protagonista del nostro articolo è uno di loro. Te ne parlo Frankel cavallo, un animale che ha segnato un prima e un dopo.

Frankel è senza dubbio uno dei cavalli più speciali che abbia mai camminato su una pista. Per gli amanti di questo tipo di evento sportivo, il suo nome sarà sempre ricordato indipendentemente dal tempo che passa. Ed è che il raggiungimento di grandi risultati gli è servito, tra molte altre cose, a diventare il cavallo più costoso del mondo.

Storia del cavallo più costoso del mondo

Obiettivo di entrata del cavallo

Fin dall'inizio della sua esistenza, era chiaro che Frankel era un cavallo destinato ad avere successo.

In primo luogo, il suo nome dava già un certo potere alla sua figura, e questo perché fu battezzato in quel modo a causa della morte nel 2009 di Bobby Frankel, colui che è stato uno dei migliori addestratori di cavalli degli ultimi tempi e la cui vita è stata portata via da una sfortunata e macabra malattia come la leucemia.

È nato nel 2008 nel vecchio continente, più precisamente in Inghilterra. I suoi geni non potevano essere migliori, dal momento che suo padre era niente di più e niente di meno che il grande e mitico campione Galileomentre sua madre, GenereAnche lei non era molto indietro ed era conosciuta da molti fan per essere una cavalla con ottime condizioni fisiche.

Non appena è nato, Frankel ha accertato tutte le ipotesi e i presupposti generati sulla sua figura. Un puledro con un fisico potente, un'energia soprannaturale e un carattere diabolico era appena arrivato nel mondo.

Traiettoria sportiva

Cavalli in gara

Forse, più ci si aspetta l'irruzione di qualcuno in un certo contesto, che lo sparo può essere un fallimento, anche se con il tempo questo passo falso verrà risolto. Tuttavia, con il buon vecchio Frankel, non era così, anzi.

La sua svolta tanto attesa in pista non poteva andare meglio. Nonostante la giovinezza con cui ha debuttato, ha risolto duelli contro rivali più grandi in un modo sorprendentemente travolgente. Le gare erano contate dalle vittorie e il vantaggio sui suoi concorrenti era così forte che c'erano casi in cui la differenza era abissale tra Frankel e il resto dei cavalli. Un chiaro esempio di questo che ti dico è stato quello che è successo in uno dei suoi primi grandi successi, la conquista delle 'Duemila Guinea'. In questa corsa, il cavallo inglese ha ottenuto una differenza più che evidente che è servita a certificare il suo aspetto come una delle più potenti manifestazioni di superiorità che si ricordi su una pista.

Le buone vittorie consecutive si sono susseguite nel tempo al punto che ha fatto della condizione di imbattuto la sua più grande virtù. Ovviamente va notato che tutti questi trionfi si sono svolti in competizioni che non hanno superato il miglio.

C'era il desiderio di vedere di cosa fosse capace Frankel in gare di maggiore durata, ma questo richiedeva un addestramento preventivo che non era stato compreso da molti, dal momento che un campione con le lettere maiuscole come lui non dovrebbe averne bisogno. La cosa certa e fissa è che all'età di quattro anni si è ritirato dalla competizione per sottoporsi a detta preparazione e condizionamento fisico.

Non sorprende che Frankel avesse il potere di affrontare competizioni più impegnative e lo fece. Allo stesso modo in cui ha vinto nelle gare brevi, Lo ha fatto nelle gare di lunga distanza e in ambientazioni iconiche come New York.

Ritiro

Cavallo da corsa

La sua fine come corridore professionista è arrivata nel 2012 con la conquista della Champions Stakes, dove ha battuto Cirrus des Aigles. in un traguardo più emozionante. In questo modo, e con un intero autodromo arreso, si è ritirato mantenendo quella condizione imbattuta a cui ci riferivamo (14 vittorie su 14 gare).

Il suo grande valore

Col passare del tempo, Frankel stava guadagnando valore non solo come corridore, ma anche come possibile stallone. Questo ha portato il suo proprietario a decidere di ritirarlo dalle competizioni e di assegnargli un nuovo ruolo.

Quasi duecento cavalle stavano aspettando di essere accoppiate con questo grande cavallo, e i profitti ottenuti per questo sono stati tradotti, in base al valore di mercato, in un importo vicino a i 140 milioni di euro, Quasi niente!

Questa è più o meno la storia di uno degli atleti non umani più famosi e costosi del pianeta. Secondo molti, vederlo in pista era paragonabile a vedere lo stesso Maradona giocare o il pugilato di Muhammad Ali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.