Cavalli da guerra

Cavalli da guerra

Lo sapevi cavalli da guerra sono stati gli animali più utilizzati sul campo di battaglia? La storia del cavallo addomesticato passa inevitabilmente attraverso le guerre. L'umanità, da quando ha iniziato a colonizzare altri territori, il più delle volte ha scelto di usare la forza per espandere i limiti del suo mondo. Per questo ha utilizzato la resistenza e la velocità degli equini.

Senza il cavalli da guerra sicuramente i confini che conosciamo oggi sarebbero diversi. Ma, Quali caratteristiche devono avere questi animali?

Storia dei cavalli da guerra

Rappresentazione dei cavalli in una guerra

Gli esseri umani hanno usato i cavalli nelle loro battaglie per millenni; Tuttavia, i primi casi documentati appartengono agli scontri avvenuti intorno al 2000 aC. C. nell'attuale Russia e Kazakistan. Il più antico di tutti corrisponde al confronto avvenuto nel Vicino Oriente antico, nel corso del XVIII secolo a.C. C., che menziona 40 squadre di cavalli durante l'assedio di Salatiwara.

Gli Ittiti erano una civiltà che usava la forza dei cavalli per i loro confronti. Erano molto popolari, perché arrivarono a danneggiare diverse società, tra cui quella egiziana dei faraoni. Lì, nell'antico Egitto, c'erano anche gli Hyksos, che nel XVI secolo a.C. C. ha introdotto il carro da guerra trainato da cavalli.

I cavalli sono stati usati in Cina sin dalla dinastia Shang (1600-1050 a.C.). In questo paese sono stati trovati scheletri di equini sepolti insieme ai loro proprietari.

Oggi i cavalli vengono gradualmente utilizzati per la guerra.

Quali caratteristiche dovrebbe avere un cavallo da lavoro?

Quando un cavaliere si preparava a un conflitto, cercava un cavallo molto particolare. Il prescelto era animale forte, resistente, agile e molto intelligente, in grado di mantenere il suo carattere in una situazione drammatica come una battaglia.

A seconda di cosa ne aveva bisogno, il cavaliere sarebbe passato da un cavallo più leggero a uno più pesante. Così, ad esempio, quello addestrato a trainare un veicolo, era più leggero; D'altra parte, se quello che doveva fare era combattere, andava su un altro più pesante.

Quali sono i diversi tipi di cavalli da guerra?

Cavallo leggero

Cavallo leggero al pascolo

È un cavallo quello è caratterizzato dalla sua velocità, resistenza e agilità. Raggiunge un'altezza compresa tra 1,32 e 1,52 metri e un peso che oscilla tra 400 e 500 chili.

Molte culture lo hanno usato, come i mongoli, gli arabi, gli indiani d'America o gli antichi egizi.

Progetto di cavallo

Esemplare adulto di razza cavallo frisone

Dall'età del ferro, I primi esemplari di razze andaluse, lipizzane e a sangue caldo furono usati per trainare carri trionfali, rifornire carri e trasportare armi relativamente pesanti, come pezzi di artiglieria leggera.

Questi cavalli avevano un'altezza compresa tra 1,47 e 1,73 metri e un peso che oscillava tra 500 e 750 kg. I suoi massimi rappresentanti sono il cavallo frisone, il destrier e il tiro irlandese.

Cavallo da tiro pesante

Due cavalli da tiro pesanti

Con un peso compreso tra 750 e 1000 chili, a partire dal Medioevo questi cavalli iniziarono ad essere utilizzati per trascinare carichi pesanti perché avevano una grande potenza muscolare.

Tra i cavalli pesanti troviamo l'attuale percheron, che, sebbene abbia un sistema muscolare molto sviluppato, è anche molto agile sul campo di battaglia.

Sono stati usati altri equini nelle battaglie?

Mulo adulto

La verità è che sì. Il mulo e l'asino, due animali che oggi consideriamo molto pacifici e socievoli, hanno accompagnato anche gli esseri umani nei loro conflitti bellicosi. Il primo, di carattere molto più calmo e forte del cavallo, è stato utilizzato per trasportare cibo e armi attraverso terreni accidentati. Il secondo invece è stato utilizzato per il trasporto di soldati che non indossavano altro che la tuta da battaglia.

Qual è l'uso attuale dei cavalli di guerra?

La realtà è che, come abbiamo detto prima, i cavalli di guerra in quanto tali non esistono, o non esistono come in passato. Con la comparsa del motore a combustione interna, questi animali sono stati utilizzati nel modo seguente:

  • Ricognizione e pattugliamento: I cavalli sono ancora usati per sorvegliare e pattugliare terreni difficili, come quelli in Afghanistan, Ungheria, nei paesi balcanici e nelle ex repubbliche sovietiche dell'Asia centrale.
  • Uso cerimoniale ed educativo: Esistono diversi eserciti che dispongono di una serie di cavalli specificamente addestrati per utilizzare in sicurezza armi, strumenti e attrezzature.
  • Rappresentazioni storiche: Questi cavalli sono in grado di partecipare a rievocazioni di battaglie storiche. È comune vederli alle feste locali.
  • Gare equestri: Le famose corse di cavalli. Esistono diverse discipline: dressage, intoppi, salto ostacoli, enduro equestre, reining, volteggio, cross country o full contest. A seconda dell'addestramento ricevuto dal cavallo, lui e il suo cavaliere devono superare il test nel più breve tempo possibile.

Cavalli con i loro cavalieri

Cosa ne pensi della storia dei cavalli da guerra? La conoscevi?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.