Cavalluccio marino

Cavalluccio marino rosso

El Cavalluccio marino È uno degli animali più sorprendenti che possiamo trovare nel mare. Per il suo aspetto ricorda molto i cavalli, poiché hanno una testa molto simile a quella degli equini. Esiste un'ampia varietà di specie, ma tutte hanno una cosa in comune: attirano l'attenzione degli umani che si avventurano ad esplorare il loro habitat.

Quindi, questa volta facciamo di tutto per presentarti questi bellissimi animali acquatici.

Com'è il cavalluccio marino?

Corposo

Esemplare di Hippocampus histrix

I nostri protagonisti sono animali che non hanno nulla in comune con il resto del pesce. Raggiungono un'altezza compresa tra 14 mm e 29 cm. Il suo corpo è coperto da un'armatura di piastre o anelli di costituzione ossea. La sua posizione è sempre eretta. Si spostano da un luogo all'altro grazie alla loro pinna dorsale, che si trova nella parte inferiore della schiena, molto vicino alla coda. Anche se lo scuotono circa 3 volte e mezza al secondo, spesso hanno molti problemi ad arrivare a destinazione. Raggiungono lo spostamento verticale regolando il volume d'aria delle vesciche natatorie e tramite le pinne pettorali.

La sua coda è prensile, il che significa che possono aggrapparsi ai coralli e alle piante acquatiche, impedendo così alle correnti oceaniche di portarli troppo lontano. Cosa c'è di più, sono mimetici, cioè possono cambiare i colori del loro corpo per mimetizzarsi con le macroalghe nel loro ambiente. Questa strategia è vitale per la loro sopravvivenza, poiché i cavallucci marini servono da cibo per granchi, tonni, pesci rossi e uccelli marini.

respirazione

Come tutti gli esseri viventi, hanno bisogno di respirare e, come i pesci, lo fanno attraverso le branchie. Grazie a questi organi possono estrarre l'ossigeno disciolto nell'acqua ed espellere l'anidride carbonica nell'ambiente.

Comunicazione con altri colleghi

Anche se potrebbe non sembrare, i cavallucci marini sono animali acquatici sociali. È facile trovare piccoli gruppi vicino alle barriere coralline. Per comunicare, provocano una sorta di clic con rapidi movimenti della testa, spazzolando così una parte del cranio con una parte del suo scheletro esterno superiore. Una volta all'anno, quando la temperatura dell'acqua aumenta, si uniscono ai loro compagni intrecciando la coda per 15-20 minuti.

Ippocampo addominale accoppiamento

Il maschio lascia cadere il suo liquido seminale verso l'esterno e quando le uova entrano nel sacco del maschio, chiamato marsupio, vengono fecondate. Là possono svilupparsi essendo ben protetti da 10 giorni a sei settimane, a seconda della specie e della temperatura del mare. Trascorso quel tempo, il maschio lascia uscire il giovane, contraendo il suo corpo per esercitare pressione e quindi essere in grado di rilasciarli, cosa che finirà per fare diverse ore. Il "parto" può quindi essere estenuante per il genitore, che può avere anche tra i 10 e più di 400 piccoli.

I bambini, una volta fuoriuscite, non superano i 7-11 millimetri di lunghezza. Fino a quando non raggiungono la taglia adulta, entreranno e usciranno dalla borsa a seconda che ci sia pericolo o meno all'estero.

Tipi di specie

Il genere a cui appartiene il cavalluccio marino, Hippocampus, è composto da 57 specie. Alcuni di loro lo sono:

Ippocampo addominale

Cavalluccio marino noto come Hippocampus abdominalis

Conosciuto come cavalluccio marino panciuto o cavalluccio marino panciuto, è un cavalluccio marino che ha una lunghezza di 35 cm. Vive al largo delle coste della Nuova Zelanda e dell'Australia, dove si nutre di crostacei e altri piccoli animali che vivono tra le alghe.

Ippocampo capensis

Esemplare di Hippocampus capensis

È la specie più minacciata. Possono raggiungere un'altezza totale di 12 cm, essendo i maschi più forti e più lunghi delle femmine.

Ippocampo severnsi

Esemplare di Hippocampus severnsi

È una specie identificata per la prima volta in Indonesia nel 2008. Vive nelle acque tropicali dell'Oceano Pacifico, Australia, Fiji, Giappone, Papua Nuova Guinea e Isole Salomone.

Dove vive il cavalluccio marino?

Barriera corallina africana

I cavallucci marini si trovano in acque calde, principalmente tropicali, tra 0 e 2543 m. L'intervallo di temperatura oscilla tra 3,04 e 28,4 ° C. Così che, prosperare in acque tropicali e temperate, sulle coste dell'Oceano Atlantico, compreso il Mar Mediterraneo, come nell'Indo-Pacifico, dalla costa dell'Africa orientale al Pacifico centrale, compreso il Mar Rosso.

Sfortunatamente, fino ad oggi sono animali in pericolo, e il suo commercio è regolato dalla CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione). Tonnellate di cavallucci marini vengono catturati ogni anno solo in Asia per essere utilizzati nei trattamenti tradizionali. Lì, si ritiene che abbiano proprietà medicinali.

inoltre, l'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), ha elencato molte specie del genere come vulnerabili, e alcuni addirittura "in grave pericolo", come il Ippocampo capensis, che vive solo nell'estuario di Knysna e in altri tre estuari situati sulla costa meridionale del Sud Africa.

Per proteggerli dalla scomparsa, vengono costruiti habitat artificiali, come nel caso dello stesso estuario di Knysna.

Ti è piaciuto questo articolo sui cavallucci marini?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.