Vaccini di cui il cavallo ha bisogno

vaccino

Non esiste un regolamento che imponga ai cavalli di essere vaccinati, ma se vogliamo impedire loro di contrarre malattie e garantire la sicurezza sanitaria, la cosa normale è vaccinarli contro influenza, la rinopolmonite infettiva equina e il tetano tra i più necessari, anche se ce ne sono di più, oltre a sverminarli, da due a tre volte l'anno.

I vaccini dipendono principalmente, tra gli altri fattori, l'età dell'equino, la razza e la zona in cui vivesono determinanti nella scelta dei vaccini e della loro frequenza. I cavalli che partecipano a mostre e concorsi devono essere vaccinati almeno contro l'influenza, meglio conosciuta come influenza, e la rinopolmonite infettiva equina. Tutto questo per evitare e prevenire il contagio tra il resto degli equini.

Influenza equina o vaccino antinfluenzale

Questa malattia non è pericolosa ma è molto conveniente somministrarla per evitare conseguenze imprevedibili. Si tratta di una virus altamente contagiosoPertanto, è consigliabile vaccinare l'equino, prima a tre mesi di vita, in una prima dose e la successiva a cinque o sei settimane di vita.

Non è consigliabile vaccinare il puledro prima perché mentre sta ingerendo il colostro materno è immunizzato contro tutti i virus, in particolare l'influenza equina. Le vaccinazioni di richiamo sono consigliate due volte l'anno, per tutta la vita del cavallo.

Tetano

Per evitare situazioni che mettono in pericolo la vita del cavallo, si consiglia di vaccinarlo contro il tetano, seguendo le stesse linee guida dell'influenza equina. Il il tetano previene le infezioni principalmente causato da lesioni, a cui i cavalli sono molto inclini. Si consiglia di vaccinarsi annualmente. Le linee guida sono per lo più simili a tutte le specie che necessitano di questo vaccino per prevenire.

vaccinare il cavallo

Vaccino contro la rinpolmonite equina infettiva

Molto importante per il prevenzione dell'aborto e per il resto tutti i problemi respiratori. Sebbene si consiglia di somministrare la prima dose nei primi mesi di vita, a seguito di un richiamo annuale, nelle cavalle gravide si consiglia una dose dal quinto, settimo e nono mese proprio per evitare aborti spontanei.

Come abbiamo visto, è importante almeno vaccinare i cavalli per prevenire alcuni virus e malattie fornirti un benessere. Tuttavia, il veterinario sarà incaricato di seguire le linee guida e mantenere il corretto programma di vaccinazione.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.